ALLONTANARE LE FORMICHE: RIMEDI FAI DA TE

Estate, caldo, vacanze e… insetti! Con la bella stagione, l’arrivo di ospiti indesiderati fra le mura domestiche non è certo un’eccezione e, tra tutti, il primato per il maggior numero di visite spetta senza dubbio a formiche e zanzare.
Se a queste ultime spetta il compito di infastidire le nostre pennichelle estive a suon di ronzii e punture, le prime procurano maggiore preoccupazione, in quanto i piccoli artropodi non si presentano mai da soli e, insieme all’intera colonia, invadono gli angoli più nascosti puntando a raggiungere il cibo conservato nelle nostre dispense.
Non disperate, siamo pronti a darvi qualche consiglio per allontanare le formiche in modo semplice e soprattutto fai da te!

1° STEP: L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE
Prevenire, si sa, è meglio che curare. Per questo è necessario adottare tutti gli accorgimenti possibili per impedire alle formiche di entrare nelle nostre case.
La pulizia degli ambienti domestici è fondamentale, in particolare quella della cucina. Non serve utilizzare prodotti specifici, provvedete semplicemente a mantenere sempre ben puliti piatti, lavello e pavimento, per evitare che rimangano sulla superficie residui di cibo e briciole di pane. Assicuratevi inoltre di sigillare gli alimenti negli appositi contenitori.

2° STEP: INDIVIDUARE I PUNTI DI INGRESSO
Le formiche sono riuscite a entrare in casa nonostante le dovute precauzioni? Probabilmente gli insetti hanno trovato il passaggio tramite un foro, sfuggito alla vostra vista. Le fessure di porte e finestre in questi casi rappresentano il maggior pericolo: basterà sigillare gli infissi con dello stucco, del silicone o del nastro isolante, a seconda del tipo di fessura da trattare.

3° STEP: UTILIZZO DI RIMEDI NATURALI
Se la prevenzione non ha portato ai risultati sperati e le formiche sono riuscite a entrare nelle vostre stanze, è arrivato il momento di utilizzare le “maniere forti”. Non vi resta che scegliere tra l’adozione di rimedi naturali o chimici.
Nel primo caso – strano a dirlo – ci possono aiutare proprio i nostri nemici o, meglio, una delle loro principali caratteristiche. Le formiche infatti basano il loro orientamento sul loro infallibile olfatto. Come possiamo sfruttare a nostro favore questa peculiarità? Semplice! Basta collocare in punti strategici spezie o aromi molto intensi vicino ai punti in cui è più probabile che le formiche possano entrare o traversare.
Menta, chiodi di garofano, cannella, fondi di caffè ma anche aglio e spicchi di limone essiccato: scegliete la soluzione che soddisfa maggiormente i vostri gusti e le formiche non avranno scampo.
C’è inoltre la possibilità di utilizzare ulteriori espedienti, che richiedono però maggiore attenzione nella successiva pulizia; gesso in polvere, borotalco e bicarbonato sono ottimi per ostruire il passaggio alle colonie di formiche, e difficilmente ritorneranno!
Potete affidarvi anche a una soluzione preparata con aceto e acqua: vaporizzatela con uno spruzzino sulle superfici della cucina e all’interno delle dispense: oltre a essere un repellente per insetti, il composto è un ottimo igienizzante!

4° STEP: UTILIZZO DI RIMEDI CHIMICI
Nel caso in cui le formiche siano particolarmente aggressive, non resta che rivolgersi a rimedi di natura chimica, e anche qui avrete l’imbarazzo della scelta.
Le esche antiformiche sono delle piccole scatole contenenti una sostanza nociva per gli insetti: posizionatele lungo il percorso seguito dalla colonia e le formiche mangeranno la sostanza, portandola con sé all’interno del formicaio. Il processo di allontanamento richiederà in questo caso più tempo, ma risulterà efficace.
Potete ottenere gli stessi risultati utilizzando della polvere o spray insetticida che consentono di eliminare le formiche in modo immediato.

Quando l’invasione delle formiche diventa difficile da controllare chiama Fra.mar! I nostri professionisti sono specializzati nel monitoraggio e debellamento di artropodi di varia natura, rispettando i massimi standard di efficienza e qualità.

Decliniamo ogni responsabilità in caso di danni agli oggetti causati dall’utilizzo di materiali e strumenti indicati nell’articolo.