RIMUOVERE LE MACCHIE DI VERNICE DOPO L’IMBIANCATURA

Come abbiamo già raccontato negli articoli precedenti, l’arrivo della bella stagione porta con sé la voglia di dedicarsi alla casa, spazzolandola e lucidandola da cima a fondo. A volte però le pulizie di primavera non bastano. Per necessità o per voglia di cambiamento, non possiamo fare a meno di contattare il nostro imbianchino di fiducia per dipingere le pareti domestiche.

Inutile girarci troppo intorno: nonostante vi siate rivolti a un professionista del settore e insieme a lui avete preparato accuratamente gli ambienti – coprendo i pavimenti con il cartone, i battiscopa, le porte e le finestre con il nastro adesivo e il mobilio con teli di plastica -, una piccola goccia di vernice riuscirà sempre a rovinare il vostro lavoro certosino.
Cosa fare in questi casi? Non disperate, noi di Fra.mar abbiamo qualche consiglio utile per risolvere la situazione.

COME RIMUOVERE LA VERNICE DAI TESSUTI
Abiti, divani e tappezzeria sono le “vittime” più colpite dalla pittura, ed è bene mettere subito in chiaro che in questo caso non sempre il risultato finale sarà quello desiderato, in quanto ogni tessuto reagisce in modo differente.
Per le macchie sul rivestimento di divani, poltrone e sedie potete ricorrere alla lacca per capelli: spruzzate il prodotto sulla superficie interessata, lasciate agire per qualche minuto, dopodiché strofinate con un panno asciutto. Quando è richiesto un trattamento più aggressivo è possibile utilizzare l’acquaragia, da risciacquare con acqua e sapone neutro.

Per i tappeti invece, l’operazione di salvataggio richiede molta pazienza. Applicate del solvente per vernici con un panno asciutto partendo dal bordo della macchia e spostandovi verso il centro, per evitare che durante l’operazione la vernice entri in contatto con il tessuto circostante allargando la macchia. In casi estremi, utilizzate la glicerina: lasciatela agire per alcune ore e procedete poi tamponando dapprima con una spugna imbevuta di una soluzione composta da detersivo per piatti e acqua fredda, successivamente con aceto bianco e acqua.

COME PULIRE I PAVIMENTI DALLE MACCHIE DI VERNICE
Quando il cartone posizionato non è stato sufficiente per coprire il pavimento, qualsiasi sia il materiale coinvolto, imbevete un batuffolo di cotone con dell’olio e lasciate agire sulla macchia per qualche minuto. Per le comuni piastrelle, il passaggio successivo consiste nel detergere la superficie coinvolta con una miscela di aceto e detersivo per piatti. Nel caso di marmo, parquet o materiale particolare e delicato, dovete assicurarvi che l’aceto non rovini il pavimento. Ricordate sempre di proteggere la superficie circostante la macchia con uno strato di sapone e, una volta terminato l’utilizzo dell’aceto, risciacquate rapidamente la zona interessata con sapone di Marsiglia e bicarbonato per neutralizzare l’acido.

RIMUOVERE LA VERNICE DALLE SUPERFICI IN LEGNO
Il nostro ultimo consiglio è dedicato alla rimozione della vernice che ha intaccato il legno, i rimedi potrebbero essere molto aggressivi. Se, infatti, per la vernice fresca è sufficiente un panno imbevuto di acqua calda, per le macchie più difficili è necessario ricorrere all’alcool denaturato, all’acquaragia, oppure all’olio di lino per ammorbidire la vernice prima di riuscire a rimuoverla. Nei casi più estremi, armatevi di spatola o carta vetrata, consapevoli di poter rimuovere con molta probabilità – oltre alla pittura – anche il colore originale della superficie.

Rimuovere le macchie di vernice è senza dubbio un’operazione laboriosa e delicata: per non correre rischi, chiama Fra.mar! I nostri professionisti sapranno utilizzare i prodotti adatti a ogni tipo di superficie, garantendo un risultato di qualità.

Decliniamo ogni responsabilità in caso di danni agli oggetti causati dall’utilizzo di materiali e strumenti indicati nell’articolo.