Come sbrinare il congelatore – la nostra guida

Il nostro nuovo articolo si rivolge a tutti quelli che, tra gli elettrodomestici casalinghi, non hanno un congelatore No Frost. I congelatori senza questa funzione hanno bisogno di una maggiore manutenzione perché, dopo qualche mese di utilizzo, sulle loro pareti si formerà uno strato di ghiaccio.

Durante la stagione estiva in particolare, le pareti del vostro freezer si ricopriranno di ghiaccio più velocemente, in quanto questo si forma attraverso l’umidità che penetra dall’esterno a causa della ripetuta apertura dello sportello.

Capirete che è arrivato il momento di scongelare quando vi risulterà più difficile aprire e chiudere i cassetti del congelatore ma, per un buon mantenimento, è consigliato procedere con l’operazione almeno 2 volte all’anno, soprattutto perché la presenza di ghiaccio fa sforzare il motore, provocando un aumento del consumo energetico.
Siete pronti a scoprire come sbrinare il congelatore in modo semplice ed efficace? Ecco la nostra guida!

PROTEGGERE GLI ALIMENTI
Prima di iniziare lo scongelamento, bisogna preoccuparsi dei cibi contenuti nel freezer. Se l’elettrodomestico ha la funzione Super Frost, vi consigliamo di portare la temperatura da -18° a -32° nelle ore precedenti, così da concedere agli alimenti più tempo per scongelarsi. Ricordatevi di inserire anche delle piastre eutettiche (i comuni “panetti” o “mattonelle” di ghiaccio), utili in seguito.
Giunti al momento di svuotare il freezer, ricoprite le vivande con dei fogli di giornale – la carta di giornale è un ottimo isolante termico – e inseritele in borse termiche insieme ai panetti di ghiaccio. Se svolgete l’operazione durante l’inverno, potete approfittare delle basse temperature e raccogliere gli alimenti in un contenitore da esporre all’esterno.

SPEGNERE IL FREEZER
È consigliabile spegnere il congelatore prima di sbrinarlo, per evitare che si generi un sovraccarico; così non correrete il rischio di consumare troppa energia elettrica e di sforzare troppo il motore dell’elettrodomestico. Togliete la spina dunque, oppure spegnete con l’apposito tasto e lasciate lo sportello semiaperto per far salire la temperatura naturalmente. Consigliamo inoltre di ricoprire con della carta di giornale o dei canovacci il pavimento attorno al congelatore, così da asciugare eventuali fuoriuscite d’acqua dovute allo scioglimento del ghiaccio.

SCONGELARE, SCONGELARE, SCONGELARE!
Ora è il momento di fare i conti con le tempistiche: se avete a disposizione molto tempo, potete attendere che il ghiaccio si sciolga da solo (ricordandovi però che gli alimenti scongelati non possono essere ricongelati, quindi teneteli d’occhio!) oppure, se volete velocizzare il processo, potete affidarvi ai due trucchi seguenti.

1 – Prendete un phon e, mantenendo lo sportello semiaperto, dirigete il getto di aria calda alla massima potenza verso l’interno del congelatore (tenete lontano il cavo dell’asciugacapelli dal ghiaccio e da eventuali gocce di acqua!).
2 – Fate scaldare una pentola di acqua e, una volta che questa ha raggiunto la temperatura di ebollizione, posizionate la pentola all’interno del congelatore, chiudendo lo sportello. In questo modo, il calore prodotto accelererà il processo di scioglimento del ghiaccio. Attenzione: per evitare che il calore del metallo rovini la superficie del freezer, appoggiate la pentola su un canovaccio, evitando così il contatto diretto.

TEMPO DI PULIZIA
Quando il ghiaccio si sta sciogliendo, adoperate panni e spugne asciutte per raccogliere i residui di ghiaccio ancora solidi e per asciugare l’acqua in eccesso. Potete aiutarvi con una spatola per staccare il ghiaccio dalle pareti del freezer, ma utilizzatela delicatamente!
Una volta asciutto, togliete ripiani e cassetti e pulite il congelatore: potete utilizzare una soluzione composta da acqua e bicarbonato per una pulizia profonda (all’acqua potete aggiungere anche un goccio di aceto) e non dimenticate di occuparvi anche delle guarnizioni!

Per rallentare la formazione di nuovo ghiaccio, applicate con un batuffolo di cotone uno strato di olio di oliva sulle pareti, anche sulle guarnizioni: in questo modo le proteggerete e migliorerete l’aderenza dello sportello una volta chiuso.

Per pulizie di qualità, affidatevi alla professionalità di Framar! Non esitare a contattarci, i nostri tecnici risponderanno a ogni vostra richiesta.

Decliniamo ogni responsabilità in caso di danni agli oggetti causati dall’utilizzo di materiali e strumenti indicati nell’articolo.